Mese: Novembre 2014

Come garantire un corretto ricambio d’aria nei grattacieli

Come garantire un corretto ricambio d'aria nei grattacieliI grattacieli, se osservati da fuori, sembrano giganti ermetici, mega-edifici senza porte né finestre ma solo con superfici continue di vetro e acciaio. Eppure anche in questi colossi che si sviluppano in altezza, l’aria in qualche modo deve essere ricambiata. Nella maggior parte dei casi si ricorre a un impianto centralizzato di climatizzazione che, in questo genere di costruzioni, può impegnare quasi il 10% di tutto lo spazio disponibile. Circa un piano ogni 10 deve essere lasciato libero per ospitare l’impianto. Continua [...] “Come garantire un corretto ricambio d’aria nei grattacieli”

Inquinamento indoor, un bollettino di guerra

inquinamento indoorUn terzo della popolazione globale, circa 3 miliardi di persone, sono a rischio di malattie respiratorie a causa dell’inquinamento indoor. L’aria malsana in casa, scuole e uffici miete 4 milioni di vittime ogni anno secondo uno studio pubblicato di recente da The Lancet Respiratory Medicine, una delle più autorevoli riviste internazionali di medicina del settore. Questo bilancio impietoso emerge dalla Household Air Pollution Commission, un gruppo di esperti mondiali di inquinamento indoor che ha messo a punto una delle ricerche più comprensive degli ultimi anni. Continua [...] “Inquinamento indoor, un bollettino di guerra”

Legionella, l’infezione da “aria condizionata” colpisce anche la Corte d’Appello di Roma

LegionellaPorte aperte e rubinetti chiusi: è quello che accade in un edificio colonizzato dalla legionella, il cosiddetto batterio dell’aria condizionata che provoca un’infezione respiratoria che da febbre può trasformarsi in vera e propria polmonite con conseguenze anche mortali. L’ultimo caso in ordine cronologico è quello della Corte di Appello di Roma, dove la scorsa settimana sono scattate le prime contromisure: dall’aerazione forzata delle aule al divieto di consumo di acqua del rubinetto.

Il batterio Legionella pneumophila si trasmette all’uomo dagli impianti centralizzati di condizionamento dell’aria: il suo habitat ideale sono gli ambienti umidi, tra i 20 e i 45 gradi, che si sviluppano nelle condutture di aerazione o nei serbatoi d’acqua. Continua [...] “Legionella, l’infezione da “aria condizionata” colpisce anche la Corte d’Appello di Roma”

Inquinamento domestico: come si misura la qualità dell’aria in casa?

misura la qualità dell’aria con RSensL’inquinamento indoor è sempre un pericolo invisibile: radon, polveri sottili, acari, formaldeide e altre sostanze che rendono malsana l’aria in casa sono incolore e inodore. Lo smog in casa non ha segni di riconoscimento e scovare la sua presenza in un’abitazione è spesso una missione impossibile. Ma sul mercato è in arrivo una nuova generazione di sensori per la qualità dell’aria domestica che promette di misurare con precisione la concentrazione degli inquinanti in modo da suggerire eventuali interventi per migliorare la ventilazione dell’ambiente e assicurare un corretto ricambio d’aria. Continua [...] “Inquinamento domestico: come si misura la qualità dell’aria in casa?”

#Didyouknow, il governo USA lancia Energy Saver

energy saverIl governo americano ha varato un maxi-programma di educazione ambientale dedicato al risparmio energetico tra le mura di casa.

Energy Saver è un portale di suggerimenti, tecnici ed economici, per rendere la propria abitazione sostenibile sotto il profilo ambientale ed efficiente per i consumi di energia.

È un decalogo di consigli che interessa tutte le performance dell’abitazione: dall’isolamento del tetto alla sostituzione delle lampadine fino alle tecniche di landscaping, un tipo di progettazione che adatta l’edificio alla natura circostante per il raffrescamento e il riscaldamento. Continua [...] “#Didyouknow, il governo USA lancia Energy Saver”

Aria malsana in casa? Colpa delle muffe

Aria malsana in casa? Colpa delle muffeMario Palazzetti è un inventore contemporaneo: vanta 80 brevetti, tra cui l’antiskid, antesignano dell’ABS, e Totem, il primo microcogeneratore, e un’esperienza dai sistemi elettrici alle energie rinnovabili. Dopo un lungo cursus honorum al Centro Ricerche Fiat, da 8 anni è Direttore Scientifico dello staff di Ricerca e Sviluppo di Thesan che ha progettato Aircare, la linea di prodotti innovativi per migliorare l’aria in casa.

Ingegner Palazzetti, perché oggi si parla sempre di più di inquinamento domestico?

“Affrontiamo spesso il problema dello smog nelle grandi città ma molto meno quello di qualità dell’aria in casa. Continua [...] “Aria malsana in casa? Colpa delle muffe”

Nuovo Blog AirSharing

Nuovo Blog AirSharingBenvenuti su AirSharing, il nuovo blog che da oggi diventa il vostro punto di riferimento sulla qualità dell’aria in casa, scuole e uffici.

Passiamo ormai l’80% del nostro tempo tra quattro mura e quello che respiriamo ogni giorno è sempre più una priorità in termini di salute e benessere. L’inquinamento domestico è un problema “nuovo”, che richiede soluzioni innovative. Non è più sufficiente aprire le finestre per cambiare aria, servono tecnologie e dispositivi adeguati.   

Su AirSharing troverete interviste con esperti, infografiche di attualità sul tema dell’inquinamento in casa, news da tutto il mondo, informazioni e dettagli su Aircare, la soluzione Thesan per migliorare l’aria domestica che ispira questa iniziativa. Continua [...] “Nuovo Blog AirSharing”

© 2019 AirSharing

Theme by Anders NorenUp ↑