Mese: dicembre 2014

Che aria tira in palestra? Ecco l’effetto serra che non aiuta il fitness

l'effetto serra che non aiuta il fitnessL’ultimo pensiero prima di entrare in palestra è quello di fare un allenamento per rovinarsi la salute. L’attività fisica mantiene giovani e migliora le difese immunitarie ma è davvero salutare l’ambiente dove si corre sulla cyclette o si alzano pesi da record? Capita spesso di passare di fronte a centri fitness con le vetrine sulla strada dove l’aria è così rarefatta che i vetri sono completamente appannati.

Un indice inequivocabile che l’anidride carbonica ha raggiunto livelli preoccupanti all’interno della sala. Continua [...]

Negli ambienti malsani, le allergie non lasciano respirare neppure in inverno

Negli ambienti malsani, le allergie non lasciano respirareLe allergie non aspettano primavera e pollini, anche in inverno sono un rischio reale per la salute: durante la stagione fredda acari e altri allergeni si chiudono dentro casa. Quando si accendono i termosifoni e si chiudono le finestre, gli ambienti interni di abitazioni, uffici, palestre diventano l’habitat preferito degli acari, minuscoli animali che provocano allergie e prediligono un clima caldo-umido ricco di muffe. Sono alcuni dei dati emersi dall’ultimo congresso del SIMeR, la Società Italiana di Medicina Respiratoria, che ha rilanciato l’allarme su quelle forme di asma e allergie che rimangono in agguato anche con il freddo quando gli spazi indoor diventano delle autentiche polveriere per i nostri polmoni. Continua [...]

La ventilazione controllata è l’unica soluzione per contenere l’inquinamento indoor provocato dalle candele

La ventilazione controllata è l’unica soluzione per contenere l’inquinamento indoor provocato dalle candeleA Natale, in attesa della festa, si spengono le luci e si accendono le candele. Una decorazione per creare un’atmosfera magica ma che rischia in realtà di rovinarci la salute. Le esalazioni delle candele contengono paraffina, una miscela di idrocarburi che può causare patologie respiratorie, allergie e persino, sul lungo periodo, tumori. Le candele sono, in altre parole, un derivato del petrolio che bruciando rilasciano residui di combustione pericolosi per l’uomo.

L’allarme era già scattato 5 anni fa con una ricerca della South Carolina State University che ha scoperto la componente tossica della più antica delle forme di illuminazione artificiale. Continua [...]

L’aria malsana in ufficio riduce il rendimento dei dipendenti

L’aria malsana in ufficio riduce il rendimento dei dipendentiIn un ambiente sano si lavora meglio. Cambiare spesso aria, abbattere le fonti di inquinanti presenti in ufficio può davvero cambiare le carte in tavola e aumentare la produttività dei lavoratori. È una promessa di dipendenti più motivati ed entusiasti quella che emerge da uno studio del International Center for Indoor Environment and Energy della Technical University di Danimarca, uno dei principali centri di ricerca europei sulla salute degli ambienti interni negli edifici.

Gli scienziati danesi hanno calcolato che sui conti dell’azienda il benessere dei lavoratori pesa 100 volte di più che la bolletta della luce e di altri costi legati all’energia. Continua [...]

Un workshop sul Solar Cooling dedicato a professionisti e PMI

Dimonstratore Energy Skin al workshop sul Solar CoolingÈ una delle prime occasioni per visitare l’Energy Skin, il prototipo di edificio sostenibile progettato da Thesan: domani, mercoledì 10 dicembre 2014, sarà possibile vedere da vicino l’impianto pilota nell’ambito di un workshop dedicato alle tecnologie per l’efficienza energetica ospitato all’Environment Park di Torino. Si tratta di un workshop tecnico, dedicato a professionisti e piccole medie imprese del settore del risparmio energetico e in particolare del Solar Cooling, una tecnologia che abbina pompe di calore e pannelli solari per riscaldare e raffrescare gli edifici. Continua [...]

Lo smog entra in casa con le sigarette

Lo smog entra in casa con le sigaretteNon solo le grandi città soffrono di inquinamento atmosferico: anche le abitazioni possono avere alte concentrazioni di smog, soprattutto in presenza di un fumatore. Sembra che l’effetto del fumo delle sigarette in casa, in termini di produzione di particelle pericolose, sia paragonabile a quello provocato dal traffico automobilistico in un grande metropoli inquinata.

Lo ha detto un articolo recente sulla rivista internazionale Tobacco Control dove è stata pubblicata una ricerca che ha analizzato la qualità dell’aria interna in 100 case di fumatori e in 20 case di non-fumatori in Scozia. Continua [...]

In India lo smog impenna entro il 2030

In India lo smog impenna entro il 2030In India, nell’arco di 12 mesi, si contano quasi 6 miliardi di giorni di malattia, circa 15 milioni di anni, a causa dello smog. E per i prossimi anni le previsioni non sono affatto migliori: in base a uno studio sull’inquinamento atmosferico in India condotto dal TERI (The Energy and Resorces Institute), l’Università della California e l’Air Resources Board di San Diego, entro il 2030 le concentrazioni di polveri sottili nell’aria saranno triplicate mentre aumenterà di cinque volte la presenza degli ossidi di azoto prodotti dalla combustione. Continua [...]

© 2019 AirSharing

Theme by Anders NorenUp ↑