Mese: Settembre 2015

Ricambiare aria in casa, con lo smartphone?

Ricambiare aria in casa, con lo smartphone - HomeKitControllare la casa dal telefonino o dal tablet. Abbiamo già parlato di come una serie di nuovi accessori per la casa può contribuire a migliorare l’ambiente, ma questa che affrontiamo oggi si candida ad essere una rivoluzione. Da poco il colosso Apple ha presentato HomeKit, una nuova piattaforma che permetterà a informatici e nerd di vario genere di creare applicazioni per controllare da remoto i dispositivi di casa. Dal termostato, di cui esistono in commercio sistemi già connessi a internet, fino ai dispositivi per il ricambio dell’aria integrati nelle finestre o alle porte di casa. Continua [...]

Inquinamento atmosferico, il fattore X

Inquinamento atmosferico, il fattore XI non fumatori, nelle grandi aree urbane assediate dallo smog, hanno un rischio più alto di contrarre patologie respiratorie rispetto a chi ha sempre la sigaretta in bocca. Avete capito bene: i non fumatori!! Gli effetti negativi sulla salute umana dell’inquinamento atmosferico, in altre parole, sarebbero indirizzati più alle persone sane che ha sempre la sigaretta in bocca.

Sembra un paradosso ma è quanto emerge da una ricerca pubblicata di recente sulla rivista internazionale, Environmental Health Perspectives. Sul banco degli imputati, come abbiamo più volte ricordato su questo blog, ci sono sia le polveri sottili, contaminanti le PM10, che le polveri ultrafini, le PM2.5 che vantano un diametro inferiore a 2,5 micron e sono invisibili a occhio nudo. Continua [...]

Polveri ultrafini, la prova del filtro

Polveri ultrafini, la prova del filtroPer respirare in un ambiente sano, bisogna cambiare spesso l’aria e solo un sistema di ventilazione controllata è in grado di farlo in maniera scientifica.  Il dispositivo, per essere davvero efficace, deve avere anche una capacità di filtrazione adeguata all’area in cui si trova l’abitazione o l’edificio. Nelle grandi città con elevate concentrazioni di smog , non bisogna sottovalutare le polveri ultrasottili, quelle con un diametro inferiore a 2,5 micron che possono infilarsi in casa se il filtro del sistema di ventilazione non è sufficientemente potente. Continua [...]

Inquinamento indoor, riscaldamento e cucina

Inquinamento indoor, riscaldamento e cucinaRiscaldamento e cottura de cibi sono al primo posto tra le cause di inquinamento indoor. Secondo uno studio dell’Università Bicocca di Milano, sono questi i primi elementi su cui intervenire per migliorare la qualità dell’aria in casa. In base alla ricerca, i classici camini che d’inverno creano quell’atmosfera calda che tanto piace a chi vive in campagna sono in realtà non solo  una fonte di inquinamento esterno con il fumo emesso dai comignoli  ma rilasciano anche grandi quantità di particelle fini e ultrafini anche in casa. Continua [...]

Autunno: prepariamoci a ricambiare l’aria senza aprire le finestre

L'autunno sta arrivando: prepariamoci a ricambiare l aria senza aprire le finestreNon so se anche voi, come me, amate dormire nelle caldi notte d’estate con le finestre aperte per far entrare aria, anche se magari le tapparelle sono quasi del tutto abbassate. Grazie alle zanzariere gli insetti se ne stanno fuori e l’aria è sempre rinnovata. Non vorrei mai privarmi di questa bella sensazione, a tal punto che rinuncio all’accensione del climatizzatore che mi costringerebbe a stare con le finestre chiuse, ma le temperature notturne si stanno abbassando e inizia a fare freddo. Continua [...]

© 2019 AirSharing

Theme by Anders NorenUp ↑