Mese: Ottobre 2015

Atmosfere romantiche e profumazioni floreali possono peggiorare la qualità dell’aria interna. Lo sapevate?

Atmosfere romantiche e profumazioni floreali possono peggiorare la qualità dell'aria interna. Lo sapevate?Quando si insegnano i fondamenti della qualità dell’aria interna, si spiega che la ventilazione degli ambienti è necessaria per diluire molti inquinanti con i quali inevitabilmente entriamo in contatto; essi possono essere di origine chimica, fisica e biologica. Fin qui tutto chiaro: ma cosa c’entra con il titolo di questo post? Il fatto è che se dai concetti generali si scende nello specifico, molti rimangono a bocca aperta quando viene loro spiegato che non sarebbe il caso di far entrare nelle abitazioni – e di conseguenza far funzionare – quelle bellissime candele colorate con profumazioni floreali, oppure moltissimi di quegli accattivanti profumatori ambientali. Continua [...] “Atmosfere romantiche e profumazioni floreali possono peggiorare la qualità dell’aria interna. Lo sapevate?”

Aria interna a rischio in edifici troppo isolati

Aria interna a rischio in edifici troppo isolatiEfficienza energetica sì, ma a che prezzo? Ne abbiamo già parlato ma ora arriva uno studio inglese a confermarlo: l’eccessivo isolamento di alcuni edifici o abitazioni riduce la qualità dell’aria interna. La recente ricerca Future of Indoor Air Quality in UK Homes and its Impact on Health dell’Università di Reading evidenzia l’impatto negativo delle misure di efficienza energetica sulla qualità dell’aria interna e sulla salute di chi abita in questi edifici.

La qualità dell’aria interna peggiora negli ambienti ermetici

Cappotti termici e serramenti superisolanti rendono ermetico un edificio rispetto alle dispersioni di calore ed energeticamente efficiente. Continua [...] “Aria interna a rischio in edifici troppo isolati”

Canaline, una fonte di inquinamento indoor

Canaline, una fonte di inquinamento indoorDalle allergie all’asma fino al mal di testa o il raffreddore: secondo una recente indagine dell’Epa, l’agenzia per la protezione ambientale americana, il 56% delle malattie o sono provocate da una cattiva qualità dell’aria interna, il cosiddetto inquinamento indoor. In particolare, lo studio afferma che oltre due terzi di queste patologie sono da ricondurre a impianti centralizzati di riscaldamento o raffreddamento ad aria.

Il catalizzatore dell’inquinamento indoor

Tra le principali fonti di inquinamento indoor ci sarebbero soprattuto le canalizzazioni dei sistemi centralizzati di condizionamento. Continua [...] “Canaline, una fonte di inquinamento indoor”

Il clima in casa influenza l’inquinamento indoor

clima-inquinamento-indoorUmidità, vapori condensati, temperatura fuori controllo: sono queste solo alcune delle condizioni che determinano il tipo di “clima” che troviamo in casa e l’ambiente in cui viviamo. In base a una ricerca pubblicata una settimana fa su “Parametri microclimatici e inquinamento indoor” del Gruppo di Studio Nazionale sull’inquinamento indoor coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità, questi fattori possono influenzare lo sviluppo di inquinanti chimici e biologici negli ambienti “al chiuso”. Abbiamo già parlato di quanto un’eccessiva umidità in casa alimenti le muffe, una delle principali fonti batteriche dell’inquinamento indoor. Continua [...] “Il clima in casa influenza l’inquinamento indoor”

© 2019 AirSharing

Theme by Anders NorenUp ↑