Kinderhaus: l'asilo con il sistema di ventilazione meccanica controllataÈ il sogno di ogni mamma e papà: un bambino che non si perde un giorno d’asilo per raffreddori, influenze e infezioni varie. Ne va della salute del piccolo e del ménage quotidiano di una famiglia. Sembra che a Gassino, in provincia di Torino, abbiano trovato un antidoto efficace a epidemie ed allergie: mantenere una buona qualità dell’aria negli ambienti dove giocano i piccoli. Kinderhaus, così si chiama il baby-parking, è il primo asilo italiano certificato CasaClima A, il grado massimo previsto dal più autorevole protocollo di sostenibilità ambientale ed energetica degli edifici in Italia coordinato dall’Agenzia per l’energia dell’Alto Adige.

Il baby-parking in provincia di Torino vanta una  caratteristica unica rispetto al restante universo di asili e scuole materne: la presenza di un sistema di ventilazione meccanica controllata che assicura un corretto ricambio d’aria negli ambienti senza la seccatura di dover aprire sempre le finestre ed esporre i piccoli a correnti pericolose.

A sbirciare nel calendario delle assenze di Kinderhaus si nota solo una quota fisiologica di circa il 10%. Altro che una settimana all’asilo e due a letto, come spesso accade soprattutto nei primi anni dell’infanzia.

“Per rispettare il bambino, devi rispettare anche l’ambiente in cui vive” è la filosofia di Kinderhaus, ricavato nei locali di quello che era un cinema. Per ottenere la certificazione CasaClima A, oltre alla ventilazione meccanica controllata che è il fiore all’occhiello della struttura, l’immobile è stato coibentato riducendo il fabbisogno energetico a poco più di 15 kWh contro una soglia massima di 20 kWh prevista dal grado A del protocollo CasaClima. Per la realizzazione della Kinderhaus la spesa al metro quadrato non ha superato i circa 1.200€.