Qualità dell’aria: ora la controlla Google

Qualità dell’aria: ora la controlla GoogleOltre a indicazioni e immagini per arrivare a destinazione, Google sarà in grado di informare i suoi utenti sulla qualità dell’aria. Abbiamo già parlato di sensori per l’inquinamento domestico, ma questa è davvero una novità.

La qualità dell’aria sulle auto di Google

Il più importante motore di ricerca online ha di recente installato sulle vetture speciali di Google Street View, quelle che fotografano i luoghi per consentirne la navigazione online a 360 gradi dal livello stradale, una serie di sensori che monitoreranno anche la qualità dell’aria negli ambienti urbani. Grazie a una collaborazione con la startup californiana Aclima, specializzata nelle reti di sensori ambientali, Google Earth Outreach, ha già equipaggiato tre auto di Street View per un programma pilota di monitoraggio della qualità dell’aria che si è svolto l’anno scorso a Denver negli Stati Uniti.

La prima prova sulla qualità dell’aria a Denver

Il nuovo esperimento sul monitoraggio della qualità dell’aria, è stato condotto nell’ambito di un progetto della Nasa e dell’Epa, l’agenzia per la protezione ambientale a stelle e strisce. Le tre vetture di Street View con gli speciali sensori per la qualità dell’aria hanno camminato per 750 ore raccogliendo 150 milioni di punti-dati misurando i livelli di numerosi inquinanti atmosferici che minacciano la qualità dell’aria: dal biossido di azoto all’ anidride carbonica fino a particolato e composti organici volatili. Dopo il test effettuato a Denver l’esperienza sul monitoraggio della qualità dell’aria sarà allargata alla San Francisco Bay Area in autunno.

1 Comment

  1. Molto interessante!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© 2019 AirSharing

Theme by Anders NorenUp ↑