Tag: asma

Aria interna a rischio in edifici troppo isolati

Aria interna a rischio in edifici troppo isolatiEfficienza energetica sì, ma a che prezzo? Ne abbiamo già parlato ma ora arriva uno studio inglese a confermarlo: l’eccessivo isolamento di alcuni edifici o abitazioni riduce la qualità dell’aria interna. La recente ricerca Future of Indoor Air Quality in UK Homes and its Impact on Health dell’Università di Reading evidenzia l’impatto negativo delle misure di efficienza energetica sulla qualità dell’aria interna e sulla salute di chi abita in questi edifici.

La qualità dell’aria interna peggiora negli ambienti ermetici

Cappotti termici e serramenti superisolanti rendono ermetico un edificio rispetto alle dispersioni di calore ed energeticamente efficiente. Continua [...]

La salute a scuola arriva in otto piazze italiane

La salute a scuola arriva in otto piazze italianeLo stato di salute della scuola italiana è al centro del dibattito nazionale: dalla sicurezza degli edifici alla salubrità degli ambienti sono tutti argomenti che hanno conquistato l’opinione pubblica, e questo blog, negli ultimi due anni. Ora l’associazione Cittadinanzattiva, un movimento di partecipazione civica che opera in Italia e in Europa per la promozione e la tutela dei diritti dei cittadini e dei consumatori, ha avviato ad aprile la campagna “La mia scuola è“, un tour per l’Italia per portare il tema della salute a scuola in tutte le piazze con un’installazione itinerante che riproduce due aule scolastiche dove i visitatori potranno vedere da un lato la classe “OK” e dall’altro la classe “KO” e conoscere nel dettaglio i loro aspetti migliori e peggiori. Continua [...]

Inquinamento indoor nelle residenze per anziani

Inquinamento indoor nelle residenze per anzianiDovrebbero essere un buon ritiro per accompagnare la nostra vecchiaia ma in realtà non sempre le residenze per anziani sono ambienti salutari. Abbiamo parlato di inquinamento indoor, oltre che in casa, anche in scuole, palestre e uffici dove può tirare un’aria non proprio buona. Tutti gli edifici sono a rischio di questo smog interno in assenza di una tecnologia di ricambio dell’aria come la ventilazione controllata: gli ultimi aggiunti sono proprio le residenze per anziani. La qualità dell’aria che circola in queste strutture è spesso scadente secondo uno studio pubblicato sull’European Respiratory Journal e condotto nell’ambito del progetto Geria dall’Istituto di biomedicina e immunologia molecolare del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibim-Cnr) di Palermo. Continua [...]

Un quarto delle case a rischio biossido di azoto

Un quarto delle case a rischio biossido di azotoIl biossido di azoto è un inquinante presente nelle nostre case che irrita le vie respiratorie ed è un derivato di qualsiasi processo di combustione, dal gas della cucina come dal fumo di una “bionda”. Secondo uno studio presentato di recente dall’Istituto di Biomedicina e Immunologia Molecolare del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Ibim-Cnr), in un quarto delle abitazioni in Italia si registrano livelli di biossido di azoto superiori alla soglia massima stabilita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Il campione preso in esame per misurare i livelli di biossido di azoto nell’aria indoor contava più di 300 abitazioni a Palermo ma gli esperti hanno assicurato che i dati ricavati durante l’indagine si possono allargare a tutti gli immobili residenziali presenti nei grandi centri urbani. Continua [...]

In India la ventilazione per strada serve a ridurre lo smog

In India la ventilazione per strada serve a ridurre lo smogCi saranno sistemi di ventilazione e purificatori d’aria per le strade congestionate dal traffico delle metropoli indiane. La Green Court, il tribunale ambientale dell’India, ha di recente ordinato sia la sostituzione di tutti i veicoli con un’anzianità superiore ai quindici anni che l’installazione nei luoghi pubblici di dispositivi per migliorare la qualità dell’aria, come quelli di aerazione forzata.

Eravamo abituati a pensare alla ventilazione meccanica come una tecnologia per migliorare la qualità dell’aria tra le quattro mura di casa ma la drammatica situazione dello smog in India ha obbligato le autorità a non escludere nessuna soluzione, compresa quella di ricorrere alle tecnologie di ventilazione. Continua [...]

Nelle scuole italiane ed europee tira una brutta aria

brutta-aria-nelle-scuoleEdifici tanto isolati da essere a tenuta stagna, scarsa pulizia e vicinanza ad aree con un tasso elevato di inquinamento atmosferico. Nelle scuole italiane ed europee non si respira una buona aria e l’ambiente dove studiano i nostri figli non è dei più sani. Assenza di tecnologie di ventilazione, aule affollate e problemi di igiene hanno condannato per l’ennesima volta il sistema educativo italiano ed europeo. È quanto emerge da Sinphonie, una ricerca sulla qualità degli ambienti scolastici finanziata dall’Unione europea che ha esaminato 114 scuole frequentate da 5.175 bambini in oltre 50 città di 23 paesi Ue. Continua [...]

Una casa su tre soffre di muffe, allarme asma e allergie

Una casa su tre soffre di muffe, allarme asma e allergieLa comparsa delle muffe è il primo sintomo di un ambiente malsano, dove l’umidità supera il 65% e la temperatura non scende mai sotto i 14 gradi. Le muffe sono colonie di batteri che alla lunga possono indurre diverse forme di allergie e asma. È un nemico subdolo che solo di recente è stato inserito nel dizionario delle principali sorgenti di inquinamento interno in case, scuole e uffici.

In Italia, secondo una recente ricerca della SIAAIC, Società Italiana di Allergologia, Asma ed Immunologia Clinica, una casa su tre soffrirebbe del problema delle muffe. Continua [...]

Negli ambienti malsani, le allergie non lasciano respirare neppure in inverno

Negli ambienti malsani, le allergie non lasciano respirareLe allergie non aspettano primavera e pollini, anche in inverno sono un rischio reale per la salute: durante la stagione fredda acari e altri allergeni si chiudono dentro casa. Quando si accendono i termosifoni e si chiudono le finestre, gli ambienti interni di abitazioni, uffici, palestre diventano l’habitat preferito degli acari, minuscoli animali che provocano allergie e prediligono un clima caldo-umido ricco di muffe. Sono alcuni dei dati emersi dall’ultimo congresso del SIMeR, la Società Italiana di Medicina Respiratoria, che ha rilanciato l’allarme su quelle forme di asma e allergie che rimangono in agguato anche con il freddo quando gli spazi indoor diventano delle autentiche polveriere per i nostri polmoni. Continua [...]

Inquinamento indoor, un bollettino di guerra

inquinamento indoorUn terzo della popolazione globale, circa 3 miliardi di persone, sono a rischio di malattie respiratorie a causa dell’inquinamento indoor. L’aria malsana in casa, scuole e uffici miete 4 milioni di vittime ogni anno secondo uno studio pubblicato di recente da The Lancet Respiratory Medicine, una delle più autorevoli riviste internazionali di medicina del settore. Questo bilancio impietoso emerge dalla Household Air Pollution Commission, un gruppo di esperti mondiali di inquinamento indoor che ha messo a punto una delle ricerche più comprensive degli ultimi anni. Continua [...]

Legionella, l’infezione da “aria condizionata” colpisce anche la Corte d’Appello di Roma

LegionellaPorte aperte e rubinetti chiusi: è quello che accade in un edificio colonizzato dalla legionella, il cosiddetto batterio dell’aria condizionata che provoca un’infezione respiratoria che da febbre può trasformarsi in vera e propria polmonite con conseguenze anche mortali. L’ultimo caso in ordine cronologico è quello della Corte di Appello di Roma, dove la scorsa settimana sono scattate le prime contromisure: dall’aerazione forzata delle aule al divieto di consumo di acqua del rubinetto.

Il batterio Legionella pneumophila si trasmette all’uomo dagli impianti centralizzati di condizionamento dell’aria: il suo habitat ideale sono gli ambienti umidi, tra i 20 e i 45 gradi, che si sviluppano nelle condutture di aerazione o nei serbatoi d’acqua. Continua [...]

© 2019 AirSharing

Theme by Anders NorenUp ↑