Tag: formaldeide (page 1 of 2)

Atmosfere romantiche e profumazioni floreali possono peggiorare la qualità dell’aria interna. Lo sapevate?

Atmosfere romantiche e profumazioni floreali possono peggiorare la qualità dell'aria interna. Lo sapevate?Quando si insegnano i fondamenti della qualità dell’aria interna, si spiega che la ventilazione degli ambienti è necessaria per diluire molti inquinanti con i quali inevitabilmente entriamo in contatto; essi possono essere di origine chimica, fisica e biologica. Fin qui tutto chiaro: ma cosa c’entra con il titolo di questo post? Il fatto è che se dai concetti generali si scende nello specifico, molti rimangono a bocca aperta quando viene loro spiegato che non sarebbe il caso di far entrare nelle abitazioni – e di conseguenza far funzionare – quelle bellissime candele colorate con profumazioni floreali, oppure moltissimi di quegli accattivanti profumatori ambientali. Continua [...]

Ventilazione meccanica, il polmone di casa

Ventilazione meccanica, il polmone di casaQual è il ruolo in casa di un sistema di ventilazione meccanica controllata? Forno e cucina, potremmo dire, sono lo stomaco della casa, il sistema di riscaldamento, il cuore, e la ventilazione meccanica sarà il polmone, quello che garantisce in ogni momento l’ossigeno sufficiente per respirare bene.

La ventilazione meccanica, un nuovo elettrodomestico in casa

La ventilazione meccanica controllata è un elettrodomestico perché, nella maggior parte dei casi, non ha bisogno di impianti centralizzati con condutture, canalizzazioni e altre opere impegnative sotto il profilo edilizio. Continua [...]

Inquinamento indoor cosa cambia nelle case ecologiche?

Inquinamento indoor cosa cambia nelle case ecologiche?Cosa cambia per la nostra salute vivere in un casa ecologica o in un edificio tradizionale? La qualità dell’aria indoor cambia se la costruzione è sostenibile sotto il profilo ambientale? È quello che ci sono chiesti due anni fa i ricercatori della Harvard School of Public Health che hanno studiato sia come cambia l’inquinamento indoor, le concentrazioni di sostanze inquinanti, e la salute umana tra un appartamento green e uno convenzionale.

I risultati, da poco pubblicati sulla rivista internazionale Enviromental Science & Technology, hanno dimostrato come in un edificio sostenibile ci sia il 57% in meno di polveri ultra-fini, il 63% in meno di biossido di azoto e addirittura il 93% in meno di tracce di nicotina. Continua [...]

Inquinamento indoor, la Francia fa scuola

Inquinamento indoor, la Francia fa scuolaLa Francia è il Paese europeo che può vantare la maggiore sensibilità sulle problematiche legate all’inquinamento indoor. A partire dal 2012 è obbligatorio esporre nei materiali da costruzione, rifinitura e finitura un’etichetta che certifica il livello di emissione dei composti organici volatili. Il bollino classifica i prodotti edilizi in quattro categorie a partire dalla classe C, la più bassa, alla A+, la più virtuosa e che assicura un impatto sull’ambiente indoor pari a zero.

Senza la nuova certificazione i materiali non possono essere introdotti sul mercato. Continua [...]

L’Ispra traccia una mappa dell’inquinamento indoor in Italia

L'Ispra traccia una mappa dell'inquinamento indoor in ItaliaL’inquinamento indoor entra per la prima volta nel rapporto annuale sulla qualità dell’ambiente urbano realizzato dall’Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca ambientale). L’aria che tira in casa, scuole, uffici guadagna così lo status di problema ambientale, soprattutto nelle grandi città italiane. Un sintomo di una nuova sensibilità sulla qualità della vita negli ambienti interni accompagnata da un elenco di indicatori scientifici che possono rivelarsi determinanti per conoscere gli eventuali rischi sanitari indotti da cattiva qualità dell’aria indoor: dal tasso di affollamento delle stanze alle muffe, dagli impianti centralizzati di condizionamento alla presenza di fumatori. Continua [...]

Inquinamento indoor nelle residenze per anziani

Inquinamento indoor nelle residenze per anzianiDovrebbero essere un buon ritiro per accompagnare la nostra vecchiaia ma in realtà non sempre le residenze per anziani sono ambienti salutari. Abbiamo parlato di inquinamento indoor, oltre che in casa, anche in scuole, palestre e uffici dove può tirare un’aria non proprio buona. Tutti gli edifici sono a rischio di questo smog interno in assenza di una tecnologia di ricambio dell’aria come la ventilazione controllata: gli ultimi aggiunti sono proprio le residenze per anziani. La qualità dell’aria che circola in queste strutture è spesso scadente secondo uno studio pubblicato sull’European Respiratory Journal e condotto nell’ambito del progetto Geria dall’Istituto di biomedicina e immunologia molecolare del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibim-Cnr) di Palermo. Continua [...]

In un ambiente sano si impara più in fretta

In un ambiente sano si impara più in frettaL’ambiente a scuola, l’aria che si respira in classe e tra i corridoi influisce sulle capacità di apprendimento dei nostri ragazzi. Attenzione e memoria di lavoro possono essere condizionate dall’esposizione sia a inquinanti dell’aria indoor come radon e formaldeide che ad altri composti come il benzene e le polveri sottili che possono filtrare dalle finestre se l’edificio è collocato in una zona ad alta densità di traffico.

Secondo i recenti dati di Breathe, un progetto europeo di ricerca sanitaria, la qualità dell’aria respirata a scuola può influire fino al 5% sullo sviluppo cognitivo dei bambini tra i 7 e i 10 anni. Continua [...]

Ecco i professionisti di qualità dell’aria indoor

Ecco i professionisti di qualità dell'aria indoorOltre 50 progettisti italiani hanno di recente ricevuto il titolo di professionisti in “edifici in salute”, esperti in grado di progettare ambienti interni sani e liberi da muffe, radon, umidità, formaldeide e altri inquinanti dell’aria domestica. L’iniziativa di formazione, giunta al secondo anno e organizzata dall’associazione Donne Geometra in collaborazione con il Consiglio nazionale dei geometri, è tra i primi corsi di formazione dedicati alla sindrome da edificio malato, in altre parole tutta quella serie di criticità ambientali che rendono poco salubre uno spazio interno. Continua [...]

A Monaco apre il primo laboratorio di ricerca per l’inquinamento indoor

A Monaco apre il primo laboratorio di ricerca per l’inquinamento indoorÈ il primo laboratorio in Europa dedicato alla ricerca sulla qualità dell’aria negli ambienti indoor. Al Fraunhofer Institute for Building Physics di Monaco in Germania è stato di recente inaugurato l’Indoor Air Test Center, il primo centro scientifico dove si studiano le emissioni inquinanti dei materiali da costruzione. Dal cemento al tufo fino ad arredamento e componenti in legno sono passate ai raggi x per misurarne l’influenza sugli ambienti indoor degli edifici.

Per eseguire questi test, il laboratorio del Fraunhofer Institute può vantare attrezzature all’avanguardia come un sistema di sensori che rileva la qualità dell’aria di uno spazio interno ed è in grado di simulare differenti soluzioni abitative cambiando valori come dimensioni della stanza e percentuale di affollamento. Continua [...]

Che aria tira in palestra? Ecco l’effetto serra che non aiuta il fitness

l'effetto serra che non aiuta il fitnessL’ultimo pensiero prima di entrare in palestra è quello di fare un allenamento per rovinarsi la salute. L’attività fisica mantiene giovani e migliora le difese immunitarie ma è davvero salutare l’ambiente dove si corre sulla cyclette o si alzano pesi da record? Capita spesso di passare di fronte a centri fitness con le vetrine sulla strada dove l’aria è così rarefatta che i vetri sono completamente appannati.

Un indice inequivocabile che l’anidride carbonica ha raggiunto livelli preoccupanti all’interno della sala. Continua [...]

« Older posts

© 2019 AirSharing

Theme by Anders NorenUp ↑