Tag: inquinanti

L’autunno sta arrivando: prepariamoci a ricambiare l’aria senza aprire le finestre!

L'autunno sta arrivando: prepariamoci a ricambiare l aria senza aprire le finestreNon so se anche voi, come me, amate dormire nelle caldi notte d’estate con le finestre aperte per far entrare aria, anche se magari le tapparelle sono quasi del tutto abbassate. Grazie alle zanzariere gli insetti se ne stanno fuori e l’aria è sempre rinnovata. Non vorrei mai privarmi di questa bella sensazione, a tal punto che rinuncio all’accensione del climatizzatore che mi costringerebbe a stare con le finestre chiuse, ma le temperature notturne si stanno abbassando e inizia a fare freddo. Continua [...]

Ventilazione in pillole: la nuova guida del 2015!

Ventilazione in pillole: la nuova guida ADEME del 2015!Una delle più complete guide sulla ventilazione degli edifici, basata sulla conoscenza degli inquinanti dell’aria interna è senza dubbio quella dell’ente francese ADEMEAgence de l’Environnement et de la Maitrise de l’Energie”.
La nuovissima edizione del maggio 2015 è scaricabile gratuitamente dal sito dell’associazione ed è molto interessante e completa, seppure sia solo di 21 pagine corredate da significative illustrazioni.

Vale la pena illustrarne brevemente i contenuti, soprattutto per chi non ha molta padronanza con il francese e magari anche con il tema della ventilazione. Continua [...]

Inquinamento indoor, la guida sui posti di lavoro

Inquinamento indoor, la guida sui posti di lavoroAbbiamo già parlato dell’inquinamento indoor negli uffici ma di recente l’INAIL, l’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro ha pubblicato una nuova guida dedicata alla presenza di agenti cancerogeni e mutageni, di cui una buona parte si trovano all’interno di edifici abitativi e nei luoghi di lavoro.

Inquinamento indoor sui luoghi di lavoro

L’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro ha individuato oltre 400 sostanze inquinanti potenzialmente cancerogene per l’uomo. In Europa stime documentate degli esposti a sostanze inquinanti e agenti cancerogeni per motivi professionali, spesso negli ambienti indoor, sono state prodotte dal sistema CAREX (CARcinogen EXposure), creato da un gruppo internazionale di esperti. Continua [...]

La Regione Piemonte chiede ai cittadini suggerimenti per la qualità dell’aria

Torino è una delle città più inquinate d'Italia - Indagine della Regione PiemonteTorino, secondo le ultime indagini, è una delle città più inquinate d’Italia. Anche se si sono ridotte le concentrazioni di polveri in atmosfera rispetto a dieci anni fa, l’assenza di una politica di contenimento dello smog unita alle condizioni ambientali non proprio favorevoli, in primis l’assenza di vento, contribuiscono a fare del capoluogo piemontese un fanalino di coda nella classifica delle città pulite. Ora la Regione Piemonte ha deciso di rivolgersi ai cittadini per chiedere suggerimenti e individuare migliorie in vista del nuovo Piano Regionale per la qualità dell’aria, un pacchetto di nuove misure per ridurre le concentrazioni di inquinanti in atmosfera sul territorio piemontese. Continua [...]

Nelle scuole italiane ed europee tira una brutta aria

brutta-aria-nelle-scuoleEdifici tanto isolati da essere a tenuta stagna, scarsa pulizia e vicinanza ad aree con un tasso elevato di inquinamento atmosferico. Nelle scuole italiane ed europee non si respira una buona aria e l’ambiente dove studiano i nostri figli non è dei più sani. Assenza di tecnologie di ventilazione, aule affollate e problemi di igiene hanno condannato per l’ennesima volta il sistema educativo italiano ed europeo. È quanto emerge da Sinphonie, una ricerca sulla qualità degli ambienti scolastici finanziata dall’Unione europea che ha esaminato 114 scuole frequentate da 5.175 bambini in oltre 50 città di 23 paesi Ue. Continua [...]

Allarme ozono? Te lo dice la margherita e la pianta di patata

Allarme ozono? Te lo dice la margherita e la pianta di patataNon serviranno più le centraline appollaiate sui tetti per misurare la percentuale di ozono, uno dei principali inquinanti dello smog cittadino. Sarà sufficiente ricavare un giardino e controllare il colore delle piante. Al National Center for Atmospheric Research (NCAR) di Boulder in California la tecnologia ha ceduto il passo al pollice verde. I ricercatori americani hanno realizzato una zona verde sperimentale dove le piante da elemento floreale si trasformano in indicatori biologici dell’ozono. Quando in atmosfera sale la concentrazione di questo gas alcune piante tendono ad assorbirlo e cambiare colore indossando le vesti di sentinella dell’inquinamento urbano. Continua [...]

© 2019 AirSharing

Theme by Anders NorenUp ↑