Tag: qualità dell’aria (page 1 of 4)

Inquinamento indoor, riscaldamento e cucina

Inquinamento indoor, riscaldamento e cucinaRiscaldamento e cottura de cibi sono al primo posto tra le cause di inquinamento indoor. Secondo uno studio dell’Università Bicocca di Milano, sono questi i primi elementi su cui intervenire per migliorare la qualità dell’aria in casa. In base alla ricerca, i classici camini che d’inverno creano quell’atmosfera calda che tanto piace a chi vive in campagna sono in realtà non solo  una fonte di inquinamento esterno con il fumo emesso dai comignoli  ma rilasciano anche grandi quantità di particelle fini e ultrafini anche in casa. Continua [...]

Qualità dell’aria: ora la controlla Google

Qualità dell’aria: ora la controlla GoogleOltre a indicazioni e immagini per arrivare a destinazione, Google sarà in grado di informare i suoi utenti sulla qualità dell’aria. Abbiamo già parlato di sensori per l’inquinamento domestico, ma questa è davvero una novità.

La qualità dell’aria sulle auto di Google

Il più importante motore di ricerca online ha di recente installato sulle vetture speciali di Google Street View, quelle che fotografano i luoghi per consentirne la navigazione online a 360 gradi dal livello stradale, una serie di sensori che monitoreranno anche la qualità dell’aria negli ambienti urbani. Continua [...]

Inquinamento atmosferico, questo sconosciuto

Inquinamento atmosferico, questo sconosciutoNel mondo 4 persone su 10 non hanno mai sentito parlare di inquinamento atmosferico o di cambiamenti climatici. Già questa è una notizia ma lo è ancora di più se si conta che questa cifra sale al 65% in alcuni paesi emergenti come India, Egitto e Bangladesh dove l’inquinamento atmosferico, come abbiamo già scritto, può essere 35 volte superiore a quello europeo e provocare una reale emergenza sanitaria per le patologie respiratorie che derivano da una pessima qualità dell’aria. Continua [...]

Inquinamento atmosferico, a Milano oggi si respira meglio

Inquinamento atmosferico, a Milano oggi si respira meglioIn tre anni 15mila auto in meno, e si sente. A Milano le immatricolazioni di veicoli dal 2012 a oggi sono scese del 5,2% con un generale miglioramento della qualità dell’aria e una riduzione dell’inquinamento atmosferico. Una boccata di ossigeno sotto la Madonnina a cui hanno contribuito fattori diversi: dalla crisi economica all’istituzione dell’area C, una zona a traffico limitato nel centro di Milano che alterna divieto di circolazione e road pricing.

Inquinamento atmosferico ridotto del 38%

Gli effetti positivi di questo nuovo corso non hanno tardato a farsi sentire sull’inquinamento atmosferico: rispetto al 2010, l’anno scorso le concentrazioni di polveri sottili in atmosfera si sono ridotte del 38%. Continua [...]

Ventilazione in pillole: la nuova guida del 2015!

Ventilazione in pillole: la nuova guida ADEME del 2015!Una delle più complete guide sulla ventilazione degli edifici, basata sulla conoscenza degli inquinanti dell’aria interna è senza dubbio quella dell’ente francese ADEMEAgence de l’Environnement et de la Maitrise de l’Energie”.
La nuovissima edizione del maggio 2015 è scaricabile gratuitamente dal sito dell’associazione ed è molto interessante e completa, seppure sia solo di 21 pagine corredate da significative illustrazioni.

Vale la pena illustrarne brevemente i contenuti, soprattutto per chi non ha molta padronanza con il francese e magari anche con il tema della ventilazione. Continua [...]

Un manuale per diventare esperti di inquinamento indoor

Un manuale per diventare esperti di inquinamento indoorQuali sono le competenze che deve avere un esperto di qualità dell’aria indoor? Saper ricoscere gli inquinanti interni, poterli misurare con strumenti appropriati e presentare un intervento che migliori la situazione. Un ventaglio di conoscenze scientifiche che varia dalla sanità all’edilizia. Un professionista dell’inquinamento indoor dovrebbe essere anche in grado di rilevare i sintomi della sindrome dell’edificio malato (Sick Building Syndrome) o di  altre patologie secondarie, come le allergie, legate a un ambiente malsano a casa, scuola o ufficio. Continua [...]

Italia maglia nera in Europa per il radon

Italia maglia nera in Europa per il radonL’Italia è in cima alla classifica dei paesi europei che vanta, si fa per dire, le maggiori concentrazioni di radon, un gas naturale e radioattivo rilasciato dal terreno e da alcuni tipi di cemento e fortemente presente nella maggior parte di edifici e abitazioni. Come abbiamo già scritto su questo blog il radon è una minaccia soprattutto nelle costruzioni che hanno un isolamento eccessivo.

L’assegnazione della maglia nera all’Italia per il radon è emersa in seguito a un recente studio presentato dall’Ispra, l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, nell’ambito di un convegno organizzato da ESORAD, la rete nazionale di sorveglianza della radioattività ambientale. Continua [...]

La Regione Piemonte chiede ai cittadini suggerimenti per la qualità dell’aria

Torino è una delle città più inquinate d'Italia - Indagine della Regione PiemonteTorino, secondo le ultime indagini, è una delle città più inquinate d’Italia. Anche se si sono ridotte le concentrazioni di polveri in atmosfera rispetto a dieci anni fa, l’assenza di una politica di contenimento dello smog unita alle condizioni ambientali non proprio favorevoli, in primis l’assenza di vento, contribuiscono a fare del capoluogo piemontese un fanalino di coda nella classifica delle città pulite. Ora la Regione Piemonte ha deciso di rivolgersi ai cittadini per chiedere suggerimenti e individuare migliorie in vista del nuovo Piano Regionale per la qualità dell’aria, un pacchetto di nuove misure per ridurre le concentrazioni di inquinanti in atmosfera sul territorio piemontese. Continua [...]

L’inquinamento indoor causa più morti dello smog

L'inquinamento indoor causa più morti dello smogPer la prima volta l’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, approva una risoluzione che calcola  le conseguenze dirette dell’inquinamento atmosferico alla salute umana. Un passo in avanti ma con un conto finale molto salato: sarebbero circa 8 milioni i morti a causa dello smog e di altre sostanze killer dell’aria derivate da attività umane come trasporti, industria ed edilizia.

Ma il dato più eclatante riguarda l’analisi dei numeri: la maggior parte dei decessi, circa 4,3 milioni, sono provocati dall’esposizione ad agenti inquinanti interni alle abitazioni e ai luoghi di lavoro mentre solo, si fa per dire, 3,7 milioni di morti sarebbero da imputare all’inquinamento atmosferico. Continua [...]

Ventilazione meccanica.. ma quanto mi costi?

Ventilazione meccanica.. ma quanto mi costi?Ci sono tante ostilità rispetto all’uso della ventilazione meccanica in ambito residenziale e terziario, ma la principale è quella relativa al consumo elettrico dei ventilatori. Fatto sta che quando si domanda esplicitamente a chi ritiene che i consumi di un qualsiasi sistema di ventilazione meccanica siano proibitivi: “Lei sa quanta energia consuma la ventilazione meccanica? Più o meno di quelli di un aspirapolvere? Più o meno di quelli di una lampadina? Pariamo di Wattora o Kilowattora?“…nel 100% dei casi rimane in silenzio e non sa rispondere! Continua [...]

« Older posts

© 2019 AirSharing

Theme by Anders NorenUp ↑