Tag: smog (page 1 of 2)

Inquinamento atmosferico, il fattore X

Inquinamento atmosferico, il fattore XI non fumatori, nelle grandi aree urbane assediate dallo smog, hanno un rischio più alto di contrarre patologie respiratorie rispetto a chi ha sempre la sigaretta in bocca. Avete capito bene: i non fumatori!! Gli effetti negativi sulla salute umana dell’inquinamento atmosferico, in altre parole, sarebbero indirizzati più alle persone sane che ha sempre la sigaretta in bocca.

Sembra un paradosso ma è quanto emerge da una ricerca pubblicata di recente sulla rivista internazionale, Environmental Health Perspectives. Sul banco degli imputati, come abbiamo più volte ricordato su questo blog, ci sono sia le polveri sottili, contaminanti le PM10, che le polveri ultrafini, le PM2.5 che vantano un diametro inferiore a 2,5 micron e sono invisibili a occhio nudo. Continua [...]

Polveri ultrafini, la prova del filtro

Polveri ultrafini, la prova del filtroPer respirare in un ambiente sano, bisogna cambiare spesso l’aria e solo un sistema di ventilazione controllata è in grado di farlo in maniera scientifica.  Il dispositivo, per essere davvero efficace, deve avere anche una capacità di filtrazione adeguata all’area in cui si trova l’abitazione o l’edificio. Nelle grandi città con elevate concentrazioni di smog , non bisogna sottovalutare le polveri ultrasottili, quelle con un diametro inferiore a 2,5 micron che possono infilarsi in casa se il filtro del sistema di ventilazione non è sufficientemente potente. Continua [...]

Inquinamento atmosferico, a Milano oggi si respira meglio

Inquinamento atmosferico, a Milano oggi si respira meglioIn tre anni 15mila auto in meno, e si sente. A Milano le immatricolazioni di veicoli dal 2012 a oggi sono scese del 5,2% con un generale miglioramento della qualità dell’aria e una riduzione dell’inquinamento atmosferico. Una boccata di ossigeno sotto la Madonnina a cui hanno contribuito fattori diversi: dalla crisi economica all’istituzione dell’area C, una zona a traffico limitato nel centro di Milano che alterna divieto di circolazione e road pricing.

Inquinamento atmosferico ridotto del 38%

Gli effetti positivi di questo nuovo corso non hanno tardato a farsi sentire sull’inquinamento atmosferico: rispetto al 2010, l’anno scorso le concentrazioni di polveri sottili in atmosfera si sono ridotte del 38%. Continua [...]

La Regione Piemonte chiede ai cittadini suggerimenti per la qualità dell’aria

Torino è una delle città più inquinate d'Italia - Indagine della Regione PiemonteTorino, secondo le ultime indagini, è una delle città più inquinate d’Italia. Anche se si sono ridotte le concentrazioni di polveri in atmosfera rispetto a dieci anni fa, l’assenza di una politica di contenimento dello smog unita alle condizioni ambientali non proprio favorevoli, in primis l’assenza di vento, contribuiscono a fare del capoluogo piemontese un fanalino di coda nella classifica delle città pulite. Ora la Regione Piemonte ha deciso di rivolgersi ai cittadini per chiedere suggerimenti e individuare migliorie in vista del nuovo Piano Regionale per la qualità dell’aria, un pacchetto di nuove misure per ridurre le concentrazioni di inquinanti in atmosfera sul territorio piemontese. Continua [...]

Quanta energia si spreca aprendo le finestre?

Quanta energia si spreca aprendo le finestre?Aprire le finestre sembra un gesto innocuo e addirittura doveroso quando l’aria in casa inizia a diventare stantia. Ma cosa accade veramente quando si arieggia? Prima di tutto, soprattutto negli ambienti urbani, si spalanca la strada a polveri sottili e altre sostanze inquinanti che arrivano dall’ambiente esterno. In secondo luogo, sia d’inverno che d’estate, si disperde energia sotto forma di calore durante la stagione più fredda, o il fresco generato dagli impianti di condizionamento dell’aria. Questo spreco di energia è una misura che oggi si può calcolare. Continua [...]

Una nuova miscela di cemento che mangia lo smog

fiera-expo2015È una sorta di pozione magica quella alla base del nuovo cemento che potrebbe dimezzare la cappa dello smog sospesa sulle grandi città. Un nuovo brevetto, depositato dall’azienda italiana Italcementi, potrebbe risollevare le ambizioni “green” del calcestruzzo e sdoganarlo una volta per tutte dalla cattiva reputazione spesso associata, a livello lessicale, a speculazioni ed ecomostri.

TX è una miscela che assorbe gli inquinanti atmosferici e li rilascia sotto forma di sostanze non pericolose per la salute umana. Il nuovo materiale innovativo è candidato alla finale degli European Inventor Award, gli Oscar dell’innovazione organizzati dall’Ufficio europeo dei brevetti (Epo) che saranno assegnati il 17 giugno a Berlino. Continua [...]

In India la ventilazione per strada serve a ridurre lo smog

In India la ventilazione per strada serve a ridurre lo smogCi saranno sistemi di ventilazione e purificatori d’aria per le strade congestionate dal traffico delle metropoli indiane. La Green Court, il tribunale ambientale dell’India, ha di recente ordinato sia la sostituzione di tutti i veicoli con un’anzianità superiore ai quindici anni che l’installazione nei luoghi pubblici di dispositivi per migliorare la qualità dell’aria, come quelli di aerazione forzata.

Eravamo abituati a pensare alla ventilazione meccanica come una tecnologia per migliorare la qualità dell’aria tra le quattro mura di casa ma la drammatica situazione dello smog in India ha obbligato le autorità a non escludere nessuna soluzione, compresa quella di ricorrere alle tecnologie di ventilazione. Continua [...]

In Cina lo smog spinge il mercato delle tecnologie di aerazione

In Cina lo smog spinge il mercato delle tecnologie di aerazioneSecondo uno studio dell’Accademia cinese di scienze sociali alcune  la metropoli come Pechino o Shanghai hanno quasi raggiunto la soglia dell’ “inabitabilità” per gli esseri umani a causa della pessima qualità dell’aria. A ottobre dell’anno scorso l’inquinamento atmosferico nelle più grandi città del Paese ha sfiorato una quota 20 volte superiore ai limiti raccomandati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Un’emergenza ambientale che inevitabilmente si riflette sulla qualità dell’aria negli spazi indoor dove polveri sottili e altri veleni che circolano nell’aria esterna hanno via libera in casa quando si aprono le finestre. Continua [...]

Allarme ozono? Te lo dice la margherita e la pianta di patata

Allarme ozono? Te lo dice la margherita e la pianta di patataNon serviranno più le centraline appollaiate sui tetti per misurare la percentuale di ozono, uno dei principali inquinanti dello smog cittadino. Sarà sufficiente ricavare un giardino e controllare il colore delle piante. Al National Center for Atmospheric Research (NCAR) di Boulder in California la tecnologia ha ceduto il passo al pollice verde. I ricercatori americani hanno realizzato una zona verde sperimentale dove le piante da elemento floreale si trasformano in indicatori biologici dell’ozono. Quando in atmosfera sale la concentrazione di questo gas alcune piante tendono ad assorbirlo e cambiare colore indossando le vesti di sentinella dell’inquinamento urbano. Continua [...]

In India lo smog impenna entro il 2030

In India lo smog impenna entro il 2030In India, nell’arco di 12 mesi, si contano quasi 6 miliardi di giorni di malattia, circa 15 milioni di anni, a causa dello smog. E per i prossimi anni le previsioni non sono affatto migliori: in base a uno studio sull’inquinamento atmosferico in India condotto dal TERI (The Energy and Resorces Institute), l’Università della California e l’Air Resources Board di San Diego, entro il 2030 le concentrazioni di polveri sottili nell’aria saranno triplicate mentre aumenterà di cinque volte la presenza degli ossidi di azoto prodotti dalla combustione. Continua [...]

« Older posts

© 2019 AirSharing

Theme by Anders NorenUp ↑