Ventilazione Meccanica Controllata

La Ventilazione Meccanica Controllata (VMC), chiamata anche ventilazione forzata, è:

  • la più moderna e innovativa tecnologia ispirata al Risparmio Energetico che filtra e rinnova l’aria viziata degli ambienti;
  • il sistema più idoneo a rimuovere dall'aria interna umidità, muffe e odori sgradevoli, oltre a tutta quella gamma di allergeni ed inquinanti emessi da arredi, detergenti chimici, persone e animali domestici.

Gli ambienti a VMC sono sani: generano benessere, allontanano l’insorgenza di malattie respiratorie, garantiscono risparmio energetico ed un comfort abitativo senza precedenti.

Ventilazione Meccanica Controllata

L'Aerazione forzata è d'obbligo

Se apri le finestre, spendi di più e non ricambi l’aria interna come ti aspetteresti.

L’abituale processo di aerazione mediante apertura delle finestre è ormai superato, appartiene al passato: non è più efficace, disperde inutilmente energia e non consente un ricircolo efficace dell’aria di casa come offre invece l’aerazione forzata.

La ventilazione controllata degli ambienti è diventata un’esigenza primaria, non seconda a quella universalmente riconosciuta del controllo della temperatura.

Il processo di ventilazione è efficiente e controllabile solo in presenza di un sistema meccanico dedicato.

Tutta la VMC in un’infografica

Il mondo della VMC è variegato: il mercato presenta sia differenti tecnologie che diverse tipologie di impianto.

La prima sostanziale differenza è quella che corre tra un semplice “estrattore” di aria viziata e un vero e proprio sistema di VMC puntuale che opera il più completo trattamento dell’aria esausta.

Questa infografica aiuta a fare chiarezza.

Infografica sulla Ventilazione Meccanica Controllata - Thesan

Impianti di VMC: le tipologie

Vorresti installare un impianto di VMC ma non sai quale scegliere? La prima cosa da analizzare è la tipologia dell’edificio: si tratta di una nuova costruzione? Oppure di una ristrutturazione?

I sistemi di ventilazione meccanica controllata si distinguono in centralizzati e decentralizzati (o puntuali).

La tendenza in atto fino a qualche anno fa indicava impianti centralizzati per le nuove costruzioni ed impianti decentralizzati o puntuali per le ristrutturazioni. Siccome però la tecnologia evolve costantemente, oggi si può tranquillamente pensare ad un impianto di aerazione forzata decentralizzato o puntuale anche per le nuove costruzioni.

Vediamo perché nel dettaglio.

Sistemi VMC centralizzati

Si utilizzano soprattutto in fase di nuova costruzione: richiedono opere murarie, controsoffittature, canalizzazioni e un locale tecnico dedicato.

Ce ne sono di due tipi:

  • sistemi centralizzati per edifici di nuova costruzione multipiano
  • sistemi centralizzati per singola unità abitativa/appartamento, adatti sia ad una nuova costruzione che ad una ristrutturazione massiccia.

Quest’ultima soluzione richiede opere murarie di rilievo (controsoffittature, canalizzazioni ecc.) piuttosto onerose.

In alternativa, per contenere i costi a parità di prestazioni, si può optare per un impianto decentralizzato Single Room.

I sistemi di aerazione centralizzati gestiscono il trattamento dell’aria in modalità standard (uguale per tutti): non permettono la personalizzazione della portata d’aria che offre invece l'impianto di ventilazione meccanica controllata decentralizzato.

Sistemi VMC decentralizzati

I sistemi VMC decentralizzati sono più versatili e adatti alle nuove costruzioni, alle ristrutturazioni ed alle case già abitate perché sono molto piccoli, si installano senza opere murarie (nella maggior parte dei casi bastano 2 carotaggi da 8 cm di diametro, in altri richiedono interventi murari minimi), non richiedono canalizzazioni, né controsoffittature, né locale tecnico dedicato.

Sono flessibili e personalizzabili: permettono di gestire la portata d’aria per ogni singola stanza.

Categorie di prodotto per la ventilazione meccanica

La gamma degli impianti di ventilazione meccanica controllata si distingue in:

  • impianti senza scambiatore di calore che sostanzialmente filtrano ed estraggono l’aria viziata
  • impianti con scambiatore di calore che, oltre a filtrare e estrarre l’aria viziata, recuperano il calore prodotto all’interno dell'impianto di aerazione (più risparmio energetico).

Gli impianti con scambiatore di calore, oltre ad essere più efficaci, offrono l’alternativa di scelta tra sistemi a singolo flusso e sistemi a flusso alternato.

Sistemi VMC a singolo flusso

Il loro funzionamento è molto basico: la ventilazione forzata è affidata a un’unità che immette o estrae aria. In pratica si utilizzano prevalentemente per immettere negli ambienti una determinata quantità d’aria adeguata alle esigenze, dopo averla filtrata.

Non dispongono di scambiatore di calore, sono quindi più adatti ai climi temperati che non presentano sbalzi termici elevati.

si

Adatti a bagni e cucine

Costano meno

no

Non dispongono di recuperatore di calore

Minor risparmio energetico

Sistemi VMC a flusso alternato

Dispongono di un monotubo che funziona a cicli alternati di immissione ed estrazione. In pratica per un periodo di tempo stabilito (ad esempio 1 minuto) estraggono aria viziata e poi, per il minuto successivo, immettono aria nell’ambiente

Occorre installarli in coppia per ottenere buoni risultati, come imposto dalla Normativa EN 13141-8, per cui a conti fatti non sono più economici.

Mentre la tecnologia a doppio flusso con scambiatore di calore offre prestazioni migliori e costa meno.

si

Facili da installare

no

Non dispongono scambiatore di calore, ma solo di un accumulatore termico che rilascia progressivamente calore

Secondo Normativa, è necessario installarne sempre due

Sistemi VMC a doppio flusso

Sono unità di ventilazione complete di sistema di recupero di calore che gestisce l’immissione e la ripresa d’aria dai singoli locali. Sono progettati per ottenere un’elevata filtrazione dell’aria con un ridottissimo costo d’esercizio poiché recuperano gran parte dell’energia necessaria al mantenimento delle condizioni interne scambiando calore tra l’aria di mandata e l’aria estratta, riducendo notevolmente i consumi energetici.

Svolgono contemporaneamente le funzioni di estrazione aria viziata ed immissione aria pulita nell’ambiente ed in più, recuperando il calore generato dalle due funzioni, consentono un buon risparmio in bolletta sui normali costi per il riscaldamento.

Sono versatili e facili da installare a parete, nel serramento o nel vetro.

si

Ricambio aria costante

Massima efficienza energetica (recupero calore)

Adatti ad qualunque tipo di stanza

no

Seppur minime, richiedono opere murarie

Costano un po’ di più

Qual è il “giusto” ricircolo d'aria in casa?

A questa domanda rispondono le Normative di settore cogenti che derivano da oltre 30 anni di ricerca scientifica. Non c’è nulla da inventare: per progettare la corretta ventilazione il criterio da seguire per decidere il dimensionamento dell'impianto di ventilazione forzata è ben specificato dalle Normative sulla ventilazione degli edifici.

La casa passiva ha bisogno di VMC

È un tema “caldo” quello della ventilazione meccanica, diretta conseguenza del diffondersi del concetto di casa passiva.

La necessità di ridurre al minimo il dispendio energetico favorisce la costruzione di appartamenti, scuole e uffici sempre più ermetici: tenuta d’aria elevatissima ed assenza di spifferi però creano anche l’ambiente ideale al proliferare delle muffe.

Aircare mantiene in equilibrio risparmio energetico e perfetta ventilazione grazie al suo scambiatore d'aria con recupero di calore.

Quanto potrebbe costare un impianto di ventilazione forzata?

Abbiamo fatto un confronto tra i consumi di sistemi di ventilazione forzata, Single Room, di Thesan e altri elettrodomestici di uso comune.

I nostri sistemi di Ventilazione Meccanica Controllata

Leggero e compatto Aircare è disponibile in 3 diverse soluzioni: trova il prodotto più adatto alle tue esigenze.