Costi, consumi e risparmio della VMC

Un impianto di ventilazione decentralizzato Thesan in funzione costantemente tutto l’anno a velocità media consuma quanto la lucetta rossa di stand-by di un televisore o di un HI-FI, o di una cornice digitale. L’analisi dei costi annuali tipici Aircare, rapportati con quelli degli elettrodomestici maggiormente utilizzati nelle nostre abitazioni parla chiaro.

Ma non solo. Aircare consuma poco e genera un risparmio importante sulla bolletta del riscaldamento, come si può vedere dall’esempio di configurazione mostrato in seguito.

Facciamo chiarezza sui costi della VMC

L’utilizzo della ventilazione meccanica in ambito residenziale e terziario è relativamente recente. Come per tutte le nuove scoperte destinate a cambiare abitudini consolidate, all’inizio è la diffidenza a farla da padrone. Le principali remore in merito si concentrano sul consumo energetico dei ventilatori.

Sono timori infondati che non hanno ragione di esistere, spesso frutto di scarsa informazione in merito. Il controllo dei consumi energetici domestici è facile ed ormai alla portata di tutti dall’avvento dell’etichetta energetica.

Tutti gli apparecchi elettrici in vendita (forni a microonde, frigoriferi, cornici digitali, bollitori, frullatori, spremi agrumi, ecc.) ne sono dotati insieme con il Manuale d’uso e manutenzione. La loro consultazione ci informa correttamente sul consumo energetico atteso.

Esempio di configurazione di sistemi Aircare
all’interno di un’abitazione

Superficie totale: 100 m2
Volume: 270 m3
Ricambio d'aria necessario: 135 m3/h

Quantità di Aircare:

Camera da letto:
Cameretta:
Soggiorno:
Bagno:
Cucina:

1 Aircare ES
1 Aircare ES
2 Aircare ES
1 Aircare AE
1 Aircare ES *

* Se in cucina è presente una cappa filtrante, è sufficiente installare un Aircare AE.

Consumo previsto

Alla velocità 3:

circa 100€ all'anno

Risparmio previsto

In un clima temperato:

circa 323€ all'anno**

In un clima freddo:

circa 673€ all'anno**

** Valori stimati assumendo le condizioni di calcolo della Direttiva EC 1254/2012 e considerando un costo medio di fornitura energetica (gas metano) di 0,0874 €/kWh (fonte Eurostat).

Consumi e risparmi in una casa con VMC

Consumi Thesan certificati

I fatti parlano più chiaro delle credenze

Non è vero che la ventilazione meccanica consuma troppo; il costo di Aircare è modesto ed ampiamente ripagato dai benefici che apporta: buona qualità dell’aria interna, possibilità di filtrazione di quella in entrata, recupero di calore dell’aria espulsa che evita l’apertura delle finestre nei periodi più freddi dell’anno, controllo dell’entrata di pollini durante il periodo primaverile e, last but not least, assenza di muffe negli ambienti residenziali.

I consumi per la VMC sono facili da ammortizzare: basta prendere la buona abitudine di spegnere tutte le apparecchiature che non utilizziamo in via continuativa e che, per pigrizia, di solito lasciamo in stand-by.