Filtrare l'aria di casa

Se l’aria esterna è nociva, hai bisogno di filtrarla prima di respirarla.

Ti serve un efficiente sistema di filtraggio capace di bloccare contemporaneamente smog e rumore per proteggere la tua salute.


Filtrare l'aria per non respirare gli inquinanti esterni

Sono decenni che si parla di inquinamento atmosferico. Niente di nuovo sotto il sole.
A furia di sentirne parlare, tendiamo a viverlo come un problema lontano da noi, dimenticandoci che invece entra fin nelle nostre case, proprio dove pensiamo di essere al sicuro.

L’aria che respiriamo in casa, in ufficio o a scuola non è salubre: la CO2 (biossido di carbonio) è responsabile dell’aumento inarrestabile di malattie respiratorie e disturbi fisici minori (cefalea, sonnolenza, stanchezza cronica e mancanza di concentrazione).

Filtrare l'aria esterna

Di cosa parliamo quando parliamo di inquinanti

Fra i molti inquinanti provenienti dall’esterno, il particolato fine PM10 e PM2,5 e l’ultrafine PM1 sono fra i più nocivi.
I filtri comuni non riescono a trattenerle. Meno che mai le mascherine o semplici filtri antipolline.
Sono le cosiddette “polveri sottili”: entrano in profondità nel nostro apparato respiratorio, causando gravi patologie agli organi interni.

Quando apriamo le finestre per far entrare aria nuova, insieme con lo smog e il particolato, entrano anche pollini, batteri e altri composti volatili presenti nell’atmosfera che irritano le vie respiratorie, causando gran parte delle allergie più comuni.

Aree urbane, inquinamento acustico e salute

Chi abita nelle aree metropolitane è anche sottoposto all’inquinamento acustico derivante dal rumore che dall’esterno entra nelle nostre case: traffico stradale, linee ferroviarie o locali notturni aperti fino a tardi.

Circa 9,7 milioni di persone in Europa sono esposte a livelli inaccettabili di inquinamento acustico (superiori a 75dB(A) nelle 24 ore): è il traffico stradale la principale fonte di rumore.

1 europeo su 4 è esposto a livelli di inquinamento acustico potenzialmente nocivi.
Perdita del sonno, difficoltà di concentrazione e stress elevato sono sintomi classici, ma il rumore può anche provocare diabete, ictus e infarti.
Il rumore è una minaccia occulta per la salute.

Aria pulita: c'è filtro e filtro

Se l’aria degli ambienti abitati è molto più inquinata di quella esterna, è indispensabile filtrare l’aria esterna prima di respirarla.

Se il rumore minaccia la salute quanto lo smog, ci voleva un unico sistema in grado di risolvere entrambi i problemi.

Così è nato Aircare, un efficiente sistema di filtraggio in grado di bloccare contemporaneamente smog e rumore.

Mille volte meglio di un filtro antipolline. Tutta un’altra storia.

Aircare protegge il tuo benessere perché filtra fino al 99% degli inquinanti esterni

FAI LA COSA GIUSTA:
SCEGLI LA VMC CHE FILTRA AI più ALTI STANDARD DISPONIBILI

Normative

ISO 16890 - EN 1822

Classificazione dei filtri per la ventilazione

La nuova Norma sulla filtrazione entrata in vigore ad agosto 2018, che sostituisce la EN 779:2012, classifica le prestazioni degli elementi filtranti e ne definisce l’efficienza su 3 diverse classi di particolato (PM10, PM2,5 e PM1). Per quel che riguarda i filtri HEPA la normativa di riferimento è la EN 1822:2009.

Livelli di filtrazione Aircare:

Filtro Dettaglio
ISO ePM10*
efficienza 95%
PM10: particolato inferiore a 10 micron, in grado di penetrare nel tratto respiratorio superiore (naso e laringe)
ISO ePM2,5*
efficienza 85%
PM2,5: particolato fine con diametro inferiore a 2,5 micron, in grado di penetrare profondamente nei polmoni (bocca)
ISO ePM1*
efficienza 85%
PM1: particolato con diametro inferiore 1 micron, può contribuire all’insorgenza di problemi respiratori e ad altre gravi malattie
HEPA**
efficienza fino al 95%
HEPA: particolato con diametro inferiore a 0,3 micron, usato nelle sale operatorie

* Corrisponde alla classificazione F8 della precedente normativa EN 779:2012

** Filtro opzionale

Qual è il modo più efficiente per filtrare l'aria?

Thesan Aircare

L'inquinamento è un drammatico problema di salute sociale, che si può affrontare efficacemente con adeguati sistemi di ventilazione, capaci di cambiare, filtrare e depurare l'aria con bassi consumi energetici.

L'aria più inquinata da sostanze pericolose è quella di casa.
Aircare filtra e depura l'aria indoor, mantenendo gli inquinanti e gli allergeni in concentrazioni innocue sia per gli esseri umani che per gli animali domestici.

  • Aircare AF
  • Aircare ES
  • Aircare AE
Respirare aria filtrata e pulita

FORZA
FILTRANTE

Aircare dispone di un sistema filtrante composto da 1 pre-filtro G4 + 1 filtro ad alta efficienza a nanofibre, in corrispondenza dell’aria in entrata, che filtra oltre il 98% del PM2,5 e fino al 100% del PM10.
Vi è poi un filtro G3 in corrispondenza dell’aria viziata in uscita, per proteggere lo scambiatore da eventuali impurità che potrebbero danneggiarlo o sporcarlo.
Filtri da pulire

PULIZIA
DEI FILTRI

La pulizia dei filtri è estremamente semplice; può essere espletata direttamente dall’utente finale: il filtro per l’aria in uscita può essere risciacquato sotto l’acqua corrente e asciugato, mentre quello per l’aria in entrata – se non è troppo intasato - può essere ripulito con un aspirapolvere.
Quando i filtri non sono più pulibili, conviene sostituirli subito per continuare a beneficiare del corretto livello di filtrazione.
Filtrare inquinanti e fermare le allergie respiratorie

STOP
ALLE ALLERGIE

Nei periodi dell’anno durante i quali la concentrazione di pollini e altri composti volatili creano disagi alla respirazione, Aircare diventa davvero un alleato indispensabile.
Il suo elevato potere filtrante impedisce a pollini, inquinanti e batteri di entrare in casa, restituendo quel comfort abitativo perduto, indispensabile soprattutto a chi soffre di allergie o disturbi respiratori.