Risparmio energetico domestico

Aprire le finestre non ricambia l’aria e disperde energia.
Vuoi aria pulita in casa senza spendere troppo?

Aircare è l’elettrodomestico ideale per generare benessere e contenere i consumi energetici.
Aumenta il comfort, ma non la bolletta.


L'ENERGIA SI RISPARMIA A MONTE, NON A VALLE

Ci sono costi energetici ai quali spesso non pensiamo, sembrano sfuggire al nostro controllo, ma si possono risolvere più facilmente di quanto non pensiamo.

Tendiamo a conservare abitudini automatiche che non hanno più ragione di essere. Se c’è aria viziata, apriamo le finestre; se l’eccessiva umidità genera muffa sui muri, chiamiamo un muratore per i danni domestici e assumiamo un antidolorifico se ci causa dolori articolari.

Si tratta di comportamenti radicati che avevano senso quando non esistevano le tecnologie disponibili oggi: rimedi posti “a valle”, mentre le soluzioni migliori si trovano “a monte”.

Risparmio energetico domestico

Aprire le finestre

È diventato obsoleto: non si crea ricambio di aria pulita e si spreca molta energia (+25% circa) perché, in inverno, entra in casa aria fredda (il sistema di riscaldamento lavora di più per rialzare la temperatura) mentre, in estate, entra aria calda (il condizionatore lavora di più per abbassare la temperatura).

Umidità e muffe

Le normali attività domestiche generano vapore acqueo negli ambienti: l’aumento dell’umidità relativa che ne deriva può in alcuni casi portare alla formazione di condensa sui muri perimetrali, soprattutto quando le temperature esterne sono basse. La condensa o comunque l’eccessivo aumento dell’umidità relativa negli ambienti favorisce la formazione delle muffe.

Le muffe sono funghi che liberano le loro spore negli ambienti chiusi, favorendo l’insorgenza di allergie e malattie delle vie respiratorie. Gli interventi murari risolvono l’effetto, ma non la causa del problema che sta nella inadeguata ventilazione degli ambienti.

Impatto dell'inquinamento indoor sulla salute della popolazione

A titolo esemplificativo, prendendo in esame la sola asma bronchiale in bambini e adolescenti attribuibile all'esposizione ad allergeni indoor (acari, muffe, forfore animali), la “Commissione indoor” indica un impatto sanitario superiore a 160.000 casi prevalenti /anno, con costi diretti superiori a 8.000.000 euro, senza tener conto dei costi indiretti (legati ai giorni di scuola o di lavoro persi) che per questa patologia sono circa il 60% dei costi totali.

Fatti due conti e risparmia con Aircare

I costi da affrontare per risolvere i problemi di muffe, condensa e umidità li conosci già.
Ecco invece quelli che potrai ridurre:

Costi tecnici
Manutenzione della casa

  • risanamento dei muri interni
  • ritinteggiatura delle pareti ammalorate con vernici speciali

Costi energetici
Manutenzione del portafoglio

  • riduzione dei costi per riscaldamento
  • riduzione dei costi di condizionamento/ raffrescamento
  • riduzione della bolletta

Costi personali
Manutenzione della salute

  • visite mediche
  • test clinici
  • terapie e farmaci

per curare tutti quei malanni derivanti dal respirare aria malsana (allergie, asma e problemi respiratori)

FAI LA COSA GIUSTA:
SCEGLI AIRCARE PER CONIUGARE BENESSERE E RISPARMIO ENERGETICO

Direttiva

ErP 2010/30/CE

La Direttiva ErP definisce le prestazioni minime e stabilisce i requisiti energetici che, a partire dal 2016, tutte le apparecchiature di ventilazione devono soddisfare. La Direttiva ErP Ecodesign guida i progettisti nella redazione dei capitolati e delle specifiche tecniche per le gare d’appalto.

-37 kWh/m2.a

Consumo specifico di energia (SEC)

45 dB[A]

Livello di potenza sonora (LWA)

1.1 kWh/m2.a

Consumo annuo di elettricità (AEC)

42.2 kWh/m2.a

Risparmio di riscaldamento annuo (AHS)

RISPARMIARE NON BASTA, MEGLIO GUADAGNARE

Thesan Aircare

La nuova frontiera del risparmio energetico è il guadagno. Se risparmiare energia è bene, guadagnare quattrini è meglio. Aircare ES ti fa risparmiare molto più di quanto non consumi.

Dato un appartamento di 100 m2, considerando un costo medio di fornitura energetica (gas metano):

  • se ubicato in una zona climatica temperata
    risparmi circa 323 €/anno
  • se ubicato in una zona climatica fredda
    risparmi circa 673 €/anno

[Valori stimati assumendo le condizioni di calcolo della Direttiva EC 1254/2012]

Tutte le versioni di Aircare generano più risparmio che consumo: dispendio energetico al minimo, comfort e benessere al massimo.

  • Aircare AF
  • Aircare ES
  • Aircare AE
Risparmiare i consumi extra

NESSUN CONSUMO
EXTRA

Aircare consuma davvero poco: circa 10 W per flusso di aria, come una moderna lampadina ad alta efficienza energetica. Ma non è mica finita qui, perché Aircare non smette mai di stupire: è più quel che ti fa risparmiare, che quel che ti fa consumare. Aircare è l'elettrodomestico che genera risparmio e garantisce contemporaneamente comfort e benessere, perché vivere in casa sia come stare in vacanza.
Un classe energetica in più

UNA CLASSE IN più
IN REGALO

Aircare ES ti regala una Classe energetica, così il tuo immobile vale di più. Stai ristrutturando casa? Insieme alla sostituzione dei serramenti, conviene installare anche Aircare. L’efficienza termica del suo scambiatore, limita fortemente le perdite termiche generate dall’apertura delle finestre per arieggiare i locali. Questo ti fa automaticamente salire di una Classe energetica.
Umidità sotto controllo

Umidità
SOTTO CONTROLLO

Aircare ES è dotato di un recuperatore entalpico di calore che mantiene il giusto comfort igrometrico (tasso di umidità) dell’aria interna, sia in estate che in inverno.
Il tasso di umidità interna viene costantemente monitorato e mantenuto a livelli ottimali tramite appositi sensori.
Mai più sbalzi dannosi per la salute, nessuna sensazione sgradevole.