A scuola aule affollate e pochi ricambi d'ariaAbbiamo già parlato di quanto sia importante la qualità dell’aria nelle scuole, di quanto l’inquinamento indoor possa influire oltre che sulla salute anche sulle capacità di apprendimento degli studenti. in Italia i ragazzi trascorrono negli edifici scolastici dalle 4 alle 8 ore al giorno, per almeno 10 anni della loro vita e di recente l’Inail ha presentato i risultati di un’indagine a tutto campo sulla qualità dell’ambiente indoor in un campione di 4 istituti scolastici di Roma e provincia. Il progetto, denominato “Sicurezza e benessere nelle scuole”, ha evidenziato come il livello di contaminazione negli edifici esaminati sia rimasto sotto la soglia di allerta ma non mancano i punti critici. A partire dal sovraffollamento di aule e laboratori, di dimensioni ridotte rispetto al numero di studenti e docenti ospitati, e di scarsi ricambi d’aria, assicurati solo da sistemi di ventilazione naturale che si sono rivelati insufficienti a garantire una buona qualità dell’aria.

La prima conseguenza: “in queste condizioni, la presenza nell’edificio scolastico di soggetti ammalati o portatori di malattia determina una possibile condizione di rischio infettivo” spiega l’indagine dell’Inail. Per quanto riguarda la contaminazione delle superfici dei bagni delle scuole, invece, i risultati del monitoraggio hanno dimostrato che i valori di concentrazione batterica e fungina totale, seppur bassi, sono maggiori nella stagione calda. Ma i capitoli più dolenti riguardano la presenza di stafilococchi, che possono provocare irritazioni cutanee, nelle palestre dove gli studenti svolgono attività di educazione fisica e il rilevamento di sostanze inquinanti nell’aria indoor e in particolare la CO2 durante la stagione fredda.

Il progetto, oltre a dare uno spaccato relativo delle condizioni di salute nelle scuole italiane, è stato indirizzato anche ad accrescere lo stato di conoscenze sui rischi negli ambienti scolastici, informare e formare la popolazione scolastica (studenti, personale docente e amministrativo) sulle tematiche relative alla sicurezza, con particolare riferimento alla loro realtà lavorativa.